La natura della Polonia – 1. La Polonia Orientale

Il videoarticolo che ci regaliamo oggi è un bellissimo documentario in italiano sulla natura presente in Polonia, prodotto da Geo per RaiTre. E’ sicuramente un ottima fonte per chi vuole farsi un’idea generale sui climi e sulla fauna che è possibile trovare nella parte orientale del Paese, per la maggior parte selvaggia e incontaminata. Rilassatevi dunque sul divano per guardare il video, ne vale la pena. Chi non ha molto tempo, può assaggiarne i contenuti con la breve sintesi scritta qui di seguito.

Il viaggio parte con il lungo inverno che si respira sul “tetto della Polonia”, a Sud-Est, con i monti Tatra che raggiungono i 2500m di altezza. Tra i tanti animali è possibile vedere linci, cervi, o uccelli meno noti come le nocciolaie. Scendendo gradualmente verso le valli, in direzione Nord, si trovano i bisonti, estinti ad inizio del ‘900 e reimpiantati dall’uomo nel secondo dopoguerra, e ancora volpi, corvi imperiali, gazze. Qui la vita dell’uomo si adatta alla natura grazie anche all’aiuto dei cavalli. Sono zone in cui si seguono stili di vita “arretrati”, una scelta precisa dell’uomo per vivere secondo le tradizioni e vivere in armonia con l’ambiente che l’ospita. Nell’ampia regione tra i fiumi Biebrza e Narew (siamo ancora più a Nord, in Mazuria) è facile incontrare castori e lontre.
Con l’arrivo della primavera sbocciano anemoni, agrimonie, calendule. I due fiumi formano una delle zone acquitrinose più grandi e impenetrabili d’Europa, e il parco più esteso della Polonia è proprio lungo il fiume Biebrza, con i suoi 600km². Questa vasta area favorisce la riproduzione della rana arvale e ospita tanti uccelli migratori, si dice 180 specie, anch’essi qui per riprodursi, tra cui il gabbiano, l’airone bianco, il cigno reale, la cicogna alla ricerca di sanguisughe, lo storno, e il combattente. In tutta la Polonia orientale le innumerevoli fattorie non invadono la natura, e l’uomo convive in armonia con gli animali, come in una storica fattoria di Florianka (nel voivodato di Lublino) famosa per l’allevamento di pony e mucche. Anche qui come in Italia sono diffusissimi i passeri. I fiumi sono lasciati volutamente senza argini, e con lo scioglimento di neve e ghiacci trasformano ogni anno il paesaggio. Si possono ammirare le damigelle, specie di libellule dal battito d’ali asincronico, e le pittime reali. Tornando in Warmia e Mazuria a Nord, nella terra dei laghi più grande del Paese, è impossibile non imbattersi nelle cicogne: il 25% delle cicogne mondiali è polacca, e ogni anno si cimenta nella caccia al citello (fatto per cui forse a qualcuno le cicogne diventeranno un po’ meno simpatiche).
Sempre in Mazuria, d’estate si possono ammirare campi di papaveri e fiordalisi che attraggono farfalle e api, e nel nostro caso si osserva anche una mamma volpe con i suoi cuccioli. Altri volatili che popolano la regione sono l’upupa, il picchio e la ghiandaia marina, quest’ultima tanto rara quanto spettacolare. E infine la cicogna nera, che rispetto alla sua cugina bianca si tiene ben alla larga dall’uomo. Nell’estremo Nord-Est polacco troviamo la costa baltica. Le dune del parco nazionale di Słowiński costituiscono il Sahara d’Europa, con dune di tipica sabbia ambrata alte 40 metri ed estese per 330km², dune che si spostano continuamente con i venti.
In autunno il documentario ci riporta alle foreste dei monti Tatra popolate da cervi e alci. In breve tempo si torna così all’inverno montano, e il legno degli alberi, abbondante, è vitale per i lavori e il riscaldamento dell’uomo, che si aiuta con i cavalli per il trasporto seguendo sempre i vecchi metodi tradizionali, e mantenendo così ferme nel tempo quelle regioni spettacolari.

™ All rights reserved

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Turismo & Natura e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La natura della Polonia – 1. La Polonia Orientale

  1. Pingback: La natura della Polonia – 2. La regione baltica | Qui Polonia & Italia™

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...