Lingua polacca – 4. Aggettivi dimostrativi; aggettivi e avverbi interrogativi

Continuiamo il nostro percorso alla scoperta della lingua polacca rimanendo ancora alla grammatica e vedendo in un colpo solo quanto citato nel titolo. Nell’itinerario tutto nostro abbiamo già visto a cosa corrispondono il nominativo e l’accusativo, due dei sette casi della lingua polacca. In questa lezione accenniamo solo che il genitivo risponde alle domande “di chi? / di che cosa?”, il dativo a “a chi? / a che cosa?”, lo strumentale a vari complementi (es. mezzo o strumento, compagnia, ma non solo, riconducibili a “con chi? / con cosa?”), e il locativo a “dove?”, o anche a “di chi? / di cosa?” come complemento di argomento. Entreremo nello specifico solo più in là, quindi per ora limitiamoci ad un’infarinatura generale e focalizziamoci più su nominativo, accusativo, e per i più temerari, anche su genitivo e strumentale, che in linea di massima sono i casi più frequenti nella comunicazione.
Partiamo dagli aggettivi dimostrativi questo e quello, che in polacco si dicono ten e tamten. Nello specchietto qui sotto possiamo vederli declinati in tutti i casi (non riportiamo tamtentamtatamto poiché di fatto si declinano come tentato):
SINGOLARE
MASCHILE
FEMMINILE
NEUTRO
Nominativo
Ten
Ta
To
Genitivo
Tego
Tej
Tego
Dativo
Temu
Tej
Temu
Accusativo
Ten (Tego)
To
Vocativo
Strumentale
Tym
Tym
Locativo
Tym
Tej
Tym
Un dettaglio importante è che anche in questo frangente bisogna ricordarsi del ruolo particolare dei nomi virili (cfr. lezione 3): al singolare, l’accusativo degli aggettivi riferiti ad essi è uguale di fatto al genitivo (e quindi “Ho visto questo ragazzo” non si dice “Widzialem ten chlopak” ma “Widzialem tego chlopaka”). Anche nel plurale vi sono un paio di differenze tra il maschile virile e quello non virile. Le possiamo vedere qui sotto:
PLURALE
MASCHILE   VIRILE
MASCH.   NON VIRILE, FEMMINILE e NEUTRO
Nominativo
Ci
Te
Genitivo
Tych
Tych
Dativo
Tym
Tym
Accusativo
Tych
Te
Vocativo
Strumentale
Tymi
Tymi
Locativo
Tych
Tych
Dedichiamoci ora invece ad aggettivi ed avverbi interrogativi. Alcuni sono invariabili: jak (come – in senso avverbiale), kiedy (quando), e dlaczego (perché, da distinguere con bo, ponieważ = perché – in risposta); gdzie (dove) cambia in skąd (per dire “da dove”), dokąd (“dove”, inteso come moto a luogo) e którędy (“per dove”). Altri invece sono variabili e si declinano dunque in modo completo. Li troviamo qui sotto:
Nominativo
Kto (chi)
Co (cosa)
Genitivo
Kogo
Czego
Dativo
Komu
Czemu
Accusativo
Kogo
Co
Vocativo
Strumentale
Kim
Czym
Locativo
Kim
Czym
Sottolineiamo la differenza tra il genitivo maschile kogo (“di qualcuno”) con czyj (“di chi?“): il primo si usa nelle frasi affermative, il secondo specificamente nelle domande in cui si esprime possesso – Di chi è questa penna? -> Czyj jest ten długopis? -. Inoltre cambia in base al genere (czyj, czyja, czyje).
Anche per “come” e “quale” bisogna tenere bene in mente la differenza tra maschile virile – nota sempre la seconda voce di nominativo e accusativo – e maschile non virile.
Come – in senso qualitativo-descrittivo – (jaki, jaka, jakie) (Es. Com’è la borsa? -> Jaka jest torba?). Viene anche usato per esprimere un’esclamazione, quindi al caso vocativo (Che grande città! -> Jakie duże miasto!; Come sei bella! -> Jaka ładna jesteś!)
SINGOLARE
PLURALE
MASCHILE
FEMMINILE
NEUTRO
MASCH.   VIR.
MASCH. NN VIR., FEMM.   e NEUTRO
Nom.
Jaki
Jaka
Jakie
Jacy
Jakie
Gen.
Jakiego
Jakiej
Jakiego
Jakich
Jakich
Dat.
Jakiemu
Jakiej
Jakiemu
Jakim
Jakim
Acc.
Jaki (Jakiego)
Jaką
Jakie
Jakich
Jakie
Voc.
Jaki…!
Jaka…!
Jakie…!
Jakie…!
Jakie…!
Str.
Jakim
Jaką
Jakim
Jakimi
Jakimi
Loc.
Jakim
Jakiej
Jakim
Jakich
Jakich
Quale – in senso indicativo – (który, która, które) (Es. Quale zaino ti piace? Questo -> Który plecak lubisz? Ten)
SINGOLARE
PLURALE
MASCHILE
FEMMINILE
NEUTRO
MASCH.   VIR.
MASCH.   NN VIR., FEMM. e NEUTRO
Nom.
Który
Która
Które
Którzy
Które
Gen.
Którego
Której
Którego
Których
Których
Dat.
Któremu
Której
Któremu
Którym
Którym
Acc.
Który (Którego)
Którą
Które
Których
Które
Voc.
Który…!
Która…!
Które…!
Którzy…!
Które…!
Str.
Którym
Którą
Którym
Którymi
Którymi
Loc.
Którym
Której
Którym
Których
Których
L’ultimo particolare riguarda proprio który, ambivalente: è un avverbio interrogativo (appunto, “quale…?”), ma anche un pronome relativo (che). L’esposizione fatta qui è puramente teorica, quindi la fluenza nell’utilizzo di queste paroline verrà gradualmente con la pratica.
™ All rights reserved
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Lingua polacca e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Lingua polacca – 4. Aggettivi dimostrativi; aggettivi e avverbi interrogativi

  1. Pingback: Lingua polacca – 6. Gli avverbi più usati | Qui Polonia & Italia™

  2. Pingback: Lingua polacca – 10. Numeri ordinali e cardinali | Qui Polonia & Italia™

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...