Il sistema scolastico in Polonia

In passato abbiamo accennato in diverse occasioni come la Polonia stia attualmente costituendo per l’Europa uno dei motori trainanti dell’economia continentale, a compensare con la sua dinamicità i sistemi storicamente dominanti ora in affanno. Questo non vuol dire che il Paese non stia affrontando momenti delicati o che sia immune dallo spauracchio della crisi, ma è anche vero che qui l’economia interna continua bene o male a girare e che le multinazionali portano sempre nuova linfa all’intero sistema. Se insieme a questo consideriamo anche il punto di partenza, e cioè l’influenza culturale ed economica dell’Unione Sovietica sotto la quale si è trovata a convivere fino agli anni ’80, con uno stile ed un tenore di vita che non ci è difficile immaginare, si può comprendere ancora meglio il balzo che ha portato la Polonia ad uno status completamente rivoluzionato rispetto a soli 20 anni fa.
Sicuramente i fattori ad aver giocato a favore di questo sono tanti. Oltre alla liberalizzazione economica e alla fine della sub-alternanza all’impero di turno, vi sono anche un mondo politico più aperto all’Occidente, sostanzialmente privo di elementi estremisti o autoritari al potere (come purtroppo ci sono ancora in Bielorussia o parzialmente in altri Paesi come Bulgaria o Ucraina), e non ultimo l’impostazione del sistema educativo in scuole ed università. A questo proposito, la Polonia ha un’antica tradizione che la porta a vantare uno dei sistemi educativi più antichi d’Europa (basti pensare all’Università Jagielloński di Cracovia, fondata nel 1364). Un cambiamento recente che salta subito all’occhio è senza dubbio la perdita dell’egemonia dello studio della lingua russa, ora sostituita dall’inglese e da altre lingue in alternativa come tedesco, francese, spagnolo e italiano. Più in particolare, si è voltato pagina con la riforma scolastica del 1999 che ha portato le tempistiche del percorso educativo ad avvicinarsi ai sistemi degli altri stati europei e ad essere composta come segue:
  • dai 3 anni – asilo e scuola materna (przedszkole) (facoltativi)
  • a 5 o 6 anni – si frequenta la cosiddetta “classe 0” (zeròwka) un anno in cui ci si prepara per la scuola elementare
  • dai 6 anni (o 7) – 6 classi di scuola elementare (szkoła podstawowa), conclusi con un esame finale
  • 3 classi di scuola media (gymnazjum), conclusi con un esame finale
  • 3 classi di liceo (liceum), o 4 classi di tecnico (ve ne sono molti tipi) conclusi con la maturità (matura)
  • 3 anni di università di primo livello, alla fine dei quali si consegue la laurea triennale (licencjat)
  • 2 anni di università di secondo livello, alla fine dei quali si ottiene la laurea specialistica (magister); in alternativa si può frequentare un master
  • proseguendo con gli studi si può conseguire il Dottorato (dotkor, PhD)
La scuola è obbligatoria fino a 18 anni, e il sistema dei voti è diverso da quello italiano. Nelle scuole funziona così:
  • 1 insufficiente (niedostateczny)
  • 2 sufficiente  (dopuszczający)
  • 3 discreto (dostateczny)
  • 4 buono (dobry)
  • 5 molto buono (bardzo dobry)
  • 6 ottimo (celujący)
Per aumentare il grado di precisione della valutazione, sono usati anche i segni più (+) e meno (-). Qui sotto invece è presentato il sistema dei voti nelle università:
  • 2.0 bocciato
  • 3.0 sufficiente
  • 3.5
  • 4.0
  • 4.5
  • 5.0 ottimo
Per finire, è interessante la cura dedicata alla didattica e alla metodica con cui ora si insegna nelle scuole della Polonia, dove non solo si può notare la competitività, ma anche un grado di innovazione a cui anche i Paesi più avanzati guardano con attenzione. Il programma TV “Superquark” del 26 Luglio 2012 ha dedicato un servizio proprio su questo.
™ All rights reserved
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cultura & Storia, Società & Vita e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Il sistema scolastico in Polonia

  1. Anna ha detto:

    Ciao,
    mi sento in dovere di precisare qualcosina:
    przedszkole è asilo, metre classe 0 è zerówka.
    Il sistema dei voti nelle università è giusto. Ma il sistema nelle scuole era cambiato nei primi anni ’90. Il vecchio sistema era come descritto sopra. Quello nuovo, in vigore fino a ora è come segue:
    celujący – 6, bardzo dobry – 5, dobry – 4, dostateczny – 3, dopuszczający – 2, niedostateczny – 1. Solo 1 vuol dire bocciato.
    Saluti 🙂

  2. Eupremio ha detto:

    Essendo un insegnante italiano d’inglese, vorrei saperne di più sulla scuola e l’università in Polonia.Non sono aggiornato, pur avendo soggiornato in Polonia tantissime volte.
    1 Gli studenti polacchi del liceo pagano le tasse scolastiche d’iscrizione alla classe , ogni anno, come avviene in Italia o c’è la gratuità?
    2 Chi esamina i maturandi, i docenti interni o una commissione esterna?Gli esami orali di maturità sono pubblici o a porte chiuse?
    3 Qual è il numero obbligatorio di giornate di scuola in Polonia?
    4 Come è regolato l’uso del telefonino nelle scuole?
    Serdecznie pozdrawiam

    • Eccoci a soddisfare le tue curiosità:
      1. La scuola polacca pubblica è definita gratuita e obbligatoria fino a 18 anni.
      2. Professori misti, interni ed esterni in base alle materie oggetto dell’esame. Ci risulta non siano a porte aperte.
      3. Ad oggi è 188
      4. Le scuole sono autonome ma di norma si vieta l’utilizzo di telefonini e smartphone in classe (più di qualcuna ne vieta l’uso in tutta l’area dell’istituto)

      • Eupremio ha detto:

        Quindi i polacchi fanno meno giorni di lezione , in teoria, degli italiani, essendo il numero in Italia di 200 giorni.Può dirmi , se lo sa, se il divieto del telefonino viene di fatto rispettatonel 90% dei casi?I voti finali vengono esposti al pubblico nelle singole scuole?
        Come sono distribuite le vacanze scolastiche nell’anno?Può anche dirmi la paga mensile media di un docente di liceo a fine carriera?in Italia è di 1900 euro mediamente.
        Ci sono le graduatorie permanenti ad esaurimento(nervoso)?

  3. igor ha detto:

    avendo l’attestato delle scuole medie italiane,e’ possibile prequentare un corso di studi superiore ai tre mesi in polonia? se si,quali documenti sono necessari?e se sono cittadino dell’ucraina?(ho il oermesso italiano)posso comunque?

  4. Rocco ha detto:

    io sono italiano sono a stettino.vorrei trovare una scuola italiano polacco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...