Se le ricerche web son bizzarre 4.4

Ultima parte di questa analisi generale sulle ricerche che hanno portato alcuni utenti di internet a visitare questo blog. Negli scorsi tre articoli abbiamo visto ricerche varie sul calcio, su di me o su miei omonimi, stereotipi, politica italo-polacca, musica italiana, economia polacca, turismo in polonia, sesso e ragazze polacche, gastronomia, altri vari ed eventuali temi trattati sul blog, incluse tangenti di vario genere che partivano da uno qualsiasi di questi argomenti appena citati. Terminiamo il nostro percorso con una lunga serie di ricerche, perlopiù sui temi più disparati, degenerando man mano su digitazioni di cui non si capisce il senso né tantomeno il loro scopo.
Come fase di riscaldamento, possiamo circoscrivere ancora delle ricerche facenti capo a un tema comune, partendo ad esempio dal mondo degli insegnanti di italiano in Polonia: “insegnante di italiano varsavia“, “insegnanti italiani in polonia“, “native speaker italiano a varsavia“. C’è chi vuole sincerarsi “quanto si guadagna nelle scuole di lingua italiana private warszawa“, e risulta molto divertente un errore dattilografico che trasforma la ricerca di corsi d’italiano a Varsavia nell’improbabile ricerca di un corso d’Italia per un tale che ben conosciamo per averci governato per anni, nonché per la sua bassa statura: “corsi d’italianano varsavia“. Si cercano notizie anche su insegnanti di polacco con “insegnante di polacco“, “polacco per italiani“, “jakim jestem nauczycielem“. C’è chi infine cerca novità su sospetti accordi sottobanco nella città di Szczecin (“erasmus stettino professori mazzette“).
Un altro tema è quello dei negozi e centri commerciali di vario tipo presenti in Polonia: “punti vendita castorama presenti in polonia“, “negozi di tecnologia in polonia“, “catena ristorante sphinx“, “il peperoncino ristorante wroclaw polonia“, “polonia negozietti“, “chioschi polonia“, “compagnie telefoniche polacche“, “sim polacche“, “compagnia telefonica play in polonia“. Già avevamo visto come alcuni italiani cercano informazioni su come sviluppare un’attività commerciale in Polonia, a cui aggiungo chi pensa all’ “apertura chiosco gelateria polonia“, o forse anche una discoteca, visto che qualcuno – con poca conoscenza delle parole composte – vuole sapere su un tipico “butta fuori polacco“.
Ci sono alcune ricerche sulla cultura o la società polacca: “si legge molto in polonia o no?“, “i polacchi come festeggiano l 11 novembre“, o “logo tv polacca“. Con “quanto si festeggia s. katarzina” non sapremo mai se l’autore si riferiva solo al giorno del festeggiamento o se voleva davvero sapere quanto tale ricorrenza è sentita nella tradizione. Un cinefilo abituato a pensare che l’Italia è il Paese numero 1 al mondo, si chiede affranto “perchè esco film prima in polonia che in italia“. Infine qualcuno ha cercato un fantomatico “santone di miasto“. Il tema tocca anche il ramo linguistico, ovvero gli oscuri meandri del polacco, con “si scrive lodz si pronuncia” e “pronuncia città polacche“, ma degenera facilmente con il classico “parolacce in polacco“. Non posso esimermi dal citare un internauta la cui domanda “che cos e la polonia regione o popolo” non sapremo mai se sia stata frutto dell’ignoranza o di altro.
Sugli italiani in Polonia, invece, citiamo “un’italiana che va in polonia“, “presenza genovese in polonia“, o specificamente “personaggi italiani famosi in polonia“. Viceversa, abbiamo “per un polacco in italia come funziona“, e andando oltre il binomio Polonia-Italia c’è uno stranissimo “cerco informazione per cittadina polacca visto ingresso in tunisia“.
E tuffiamoci ora nell’ampio oceano del “di tutto e di più, tutto e il contrario di tutto“. Iniziamo. Contesto di viaggi aerei: un centauro chiede (o conferma) “devo viaggiare con wizz air posso portare un casco da moto“; un benestante amante dei cibi di lusso invece scrive “wizz air in italiano trasporto scatoletta di caviale“. Utenti di un famoso social network: “sono transitate mie foto su badoo e non sono iscritto“, “come badoo caruccio ignazio“. Parti o mobilia della casa: “sotto lavandino bagno“, “vasca da bagno sotto finestra“, “mobile bianco con ante in noce” e “stare supini a letto“. Informazioni sulla stazione di Roma Termini: “binari 28 e 29 di roma termini destinazioni“, “in che binario si prende il treno per andare a lecce a termini“. E si può proseguire con: “percentuale dei tradimenti in italia e nel mondo“, “incontri gay polacchi italia“, “tema sul razzismo in 20 righe“, “centri della fertilita in polonia“, “onda rossa spot leroy merlin“, “oliviero toscani first photo alessandra mussolini“, passando dalla citazione del grande “toto è proprio vero che di mamma c’è ne una sola“. Non manca mai neanche qualche tocco di colore mafio-italico internazionale: “non ci scassare la minkia“, “mafia polacca in italia“, “polonia estorsioni ristoranti“. E di contro, ci sono ricerche su qualche notizia locale relativa al caro Salento: “rinnovo contrattuale transcom, lecce, 2011“, “caso ikea 500 dipendenti melpignano“.
Qualche fan di racconti di stile discutibile cercava informazioni su “moccia polonia” (di cui vi confermo a malincuore la traduzione in polacco di alcuni libri…). Mentre l’unicità di certe ricerche non necessita di nessun commento. Ognuno può godersele a modo proprio:
conducente di tram polacco che guida con l’ombrello“;
porsche con doccia di lucio dalla“;
guardare uno sconosciuto descrizione“;
alle donne filippine insegnano come fare le badanti in italia insegnano loro anche delle canzoni italiane“;
dedicato a te janusz di merda“.
Ci sono i soliti riferimenti all’estero, come per esempio “aiuole ondulate di riga lettonia” e “inno basket lituania karaoke“. C’è anche qualche quesito interessante, più vicino ai fattori costitutivi di questo blog, e in cui ci sarebbero da confermare o smentire delle asserzioni: “meglio internet o i docenti” (direi meglio i docenti, anche se internet non è da buttare), “blog arte per professori” (non credo proprio). Di contro, ci sono ricerche di cui non riusciamo davvero a capire il senso: “colombini golf librerie“, “asociazione la cignia polpnia“, “vittorio cavirani“, ““gelmini alessandra” truffa“.
Concludiamo questo lungo percorso durato quattro articoli con due ricerche frutto di due lunghi copia e incolla. Il primo, che lascia un po’ il tempo che trova: “io e la mia mente siamo due cose distinte, devo convincere la mia mente che io ce la possa fare, ci vuole solo un auto presa in giro ed il bello che io ne sono perfettamente cosciente!“, e il secondo, probabilmente una domanda postata sul forum di Yahoo, e la cui poca sensatezza mi ha lasciato un po’ senza parole… leggete pure:  “siamo in un talk show a premi e dopo innumerevoli prove siete arrivati alla fine e dovete scegliere quale scatola aprire fra le tre proposte dal conduttore. dietro una di queste c’e` un assegno da 500.000 mila euro, nelle altre due… un criceto. voi scegliete una porta, e come in tutti i talk show, il conduttore vi chiede: “ne sei proprio sicuro? puoi ancora cambiare la tua decisione, anzi, ti voglio aiutare, aprirò io una delle scatole!”, e apre una delle scatole che tu non hai scelto, mostrando un criceto. siccome vuoi vincere i 500.000 mila euro, ti conviene cambiare scatole, o la cosa è indifferente? yahoo
Spero che questi pezzi abbiano suscitato un minimo di interesse o quantomeno un paio di risate sulle stranezze che avvengono su un intricatissimo e vastissimo reticolato quale internet, e di cui abbiamo fotografato sì e no un milionesimo. Dal punto di vista sociologico credo abbia dei contenuti non irrilevanti. Fra un anno vedremo cosa avrà portato il 2012!
™ All rights reserved
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in A ruota libera, Pillole d'Italia, Società & Vita e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...