Cronaca in una notte di mezz’autunno

Aaaahhhh, signori miei… che tempi… Le Borse mondiali hanno preparato il terreno per la recessione del 2009, le tensioni internazionali non accennano a diminuire, fior di imprese e companies stanno creando casini da tutte le parti (vedi Alitalia, Telecom, Ilva, etc) con rischio di disoccupati e malati di cancro, il Lecce non riesce più a vincere…… Con tutto questo, se notate, già da un po’ di tempo non si vede più lo spot della Trony, col vecchiaccio che continua a predicare “l’ottimismo”, che è “il profumo della vita” (se no sai le bestemmie che volerebbero?!…).
E noi… noi si pensa solo al solito lavoro alienante e lievemente sottopagato… e ad attendere… ad attendere quell’evento della provvidenza che ci possa far svoltare pagina…. oddio… visti i tempi, proprio svoltare no… ma almeno che ci possa far sentire più… più leggeri… che ci faccia immaginare finalmente sorridenti e avvolti da quei raggi accecanti di un Sole che ci fa dire “Ooohhh… finalmente sto a posto”. Ma intanto ci accontentiamo solo di quelli che il vecchio grande Blaise Pascal chiamava “divertissement”, cioè quelle piccole distrazioni che distolgono momentaneamente la nostra attenzione dalla vera realtà che caratterizza la nostra vita, una realtà ben meno raggiante…
E allora pensiamo al bel viaggetto domenicale che si è fatto in quel di Matera, una città stupenda per i mitici Sassi… e per tantissime altre cose come i fischietti di terracotta (mhmhmh… ma non erano di origine barese?…), e poi per la musica “pizzica” che si sente nei viali (hmhmhm… ma non è di origine salentina?…), e poi…. e poi…. e poi ti vien da pensare “Ma minchia, che parassiti di merda che sono i materani! Vivono con la cultura degli altri!”…
Ma fa niente, è pur sempre un’esperienza… e poi… la vita non finisce di certo con Matera… C’è stato anche il gran finale del Mondiale 2008 di F1 a Sao Paulo… un Gran Premio non bello ma bellissimo, non stupendo ma spettacolare, in cui la competitività delle varie scuderie e il tempo capriccioso hanno dato ancora più enfasi ad un evento che gli appassionati ricorderanno a lungo… con Massa che, dovendo recuperare 7 punti sul “Truman show” Hamilton, stava per realizzare il gran colpaccio, in quanto, a pochi chilometri dalla fine, Vettel sorpassa Hamilton e la corsa dettava: Massa, Alonso, Raikkonen, Glock, Vettel, Hamilton… Ma uno scroscio di pioggia più violento fa scivolare fin troppo le gomme da asciutto di Glock, facendosi superare mestamente dai due dietro proprio all’ultima curva…. E’ li che ti si blocca tutto, lo sguardo, il respiro, il cuore, il corpo… e come in uno stato di trans-conscio la delusione ti fa ripetere con aria affranta solo “Ma porca putt***, ma vaff*******, ma non è possibile, e che caz**, ma mannaggia, e porca di quella tr***…”. E i nervi si tendono ancora di più quando colleghi il clima anarchico del Brasile e quello “tropicheggiante” del Sud-Italia alla possibilità che il 6 Dicembre in quel di Camigliatello non ci sia la neve… ma in quel momento si cerca di fare un lungo respiro, in modo che il cervello prenda aria e si riaccenda, e il pensiero saggio prende forma: “Manca ancora un mese… si vedrà… intanto pensiamo al presente…”
E il presente dice che folle di ragazzi, di studenti, stanno ancora continuando a protestare in modo forte ad una serie di tagli all’istruzione che rischia davvero di mettere ko l’Italia… un ko che si vedrà tra una ventina d’anni… Un qualcosa che hanno chiamato “riforma” solo perché hanno rimesso il grembiule, e i voti al posto dei giudizi….. e ti viene da pensare a quanta bella gente seria c’è in Italia….
Tra le varie cose, ho trovato un discorso fatto nel 1950 da un personaggio interessante chiamato Piero Calamandrei. L’ho letto tutto, e mi fa piacere pubblicarlo qui (lo farò in un intervento a sé stante, appena finirò di scrivere quest’articolo). Ho solo fatto alcuni piccoli tagli, ma il cuore l’ho lasciato intatto. E fa impressione leggerlo, perché sembra scritto apposta per i casini che stanno succedendo adesso… A parte le rivolte studentesche, l’unica speranza da cui ricominciare è forse rappresentata dalle elezioni Americane che inizieranno tra poche ore? Visto che il Presidente degli Stati Uniti è ancora considerato l’uomo più potente del mondo… facciamoci un pensierino, e guardate questo bel videoclip
™ All rights reserved
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in A ruota libera, Pillole d'Italia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...